NEWS

TLB4 e TLM8 CC-Link: completato il test di conformità.

19
gennaio
2022

TLB4 e TLM8 CC-Link: completato il test di conformità.

TLB4 e TLM8 CC-Link: completato il test di conformità.

Il protocollo CC-Link dei trasmettitori multicanale TLB4 e TLM8, è stato certificato dal consorzio CLPA.
Questo garantisce che i due prodotti, sottoposti a verifica di conformità, rispettano gli standanrd di riferimento.

Quali sono le garanzie di un prodotto certificato?

I prodotti vengono testati in una rete insieme ad altri componenti e questo assicura:

   ▪ facile configurazione dei sistemi nei quali sono riuniti strumenti di diversi modelli o produttori;

   ▪ nessun conflitto a livello di comunicazione con gli altri strumenti presenti nella rete;

   ▪ una struttura precisa di presentazione dei dati sulla rete, in modo da facilitare il lavoro dello sviluppatore.

 

– PER APPROFONDIRE –

 

Che cos'è CC-Link?

CC-Link è un protocollo di comunicazione ad alta tecnologia, sviluppato da Mitsubishi Electric Corporation.
La sua facilità d'uso e il vasto assortimento di prodotti compatibili lo hanno reso uno standard non solo in Asia, ma anche nel resto del mondo.

Che cos'è CLPA?

È un'organizzazione nata nel 2000, che raggruppa sia i produttori che gli utilizzatori di strumenti con tecnologia CC-Link.
Sovrintende e gestisce le specifiche del protocollo, promuovendo la sua diffusione a livello mondiale per le comunicazioni di rete nel settore dell'automazione industriale.

News correlate

CASTLM8I 3A: nuovo trasmettitore multicanale inox igienico News

CASTLM8I 3A: nuovo trasmettitore multicanale inox igienico

Nuova versione igienica del trasmettitore TLM8: sanificabile, IP69K, certificata 3A Sanitary standard

CDG 3A: CASSETTA DI GIUNZIONE IGIENICA News

CDG 3A: CASSETTA DI GIUNZIONE IGIENICA

Design innovativo, perfetta sanificabilità e praticità di utilizzo.

Dottorato di ricerca in Tecnologie dell’Informazione News

Dottorato di ricerca in Tecnologie dell’Informazione

Bando di prossima pubblicazione in collaborazione con l’Università di Parma.