Domande Frequenti F.A.Q.

Qual è la differenza tra celle di carico a 4 e 6 fili? Che vantaggi presentano le celle di carico a 6 fili con riferimento alla compensazione della caduta di tensione sui cavi?

In base al modello, le celle di carico possono avere un cavo a 4 o 6 fili più lo schermo. I modelli a 6 fili, oltre ad avere i terminali di alimentazione + e alimentazione – e di segnale + e segnale -, presentano 2 ulteriori fili denominati Sense + e Sense – che possono essere denominati anche reference.

La resistenza di un cavo elettrico varia in funzione della temperatura e della lunghezza. Detto ciò, al variare della temperatura e della distanza si ha una caduta di tensione che il sistema a 6 fili consente di compensare non andando a inficiare la misura.

Le celle di carico a 4 fili sono calibrate e compensate termicamente in relazione alla lunghezza del cavo con il quale vengono fornite di serie. Per non compromettere la calibrazione e la compensazione si raccomanda di non accorciare mai il cavo di una cella di carico a 4 fili.

Nel caso nell’impianto di pesatura sia presente un indicatore o trasmettitore di peso dotato di ingresso a 6 fili e una cassetta di giunzione-parallelo, si consiglia di utilizzare un cavo a 6 fili per collegarsi all’indicatore – trasmettitore di peso così da compensare la caduta di tensione sul tratto di cavo compreso tra la cassetta di giunzione e l’indicatore stesso.

Nel caso l’indicatore sia con ingresso a 4 fili, si raccomanda di utilizzare un cavo schermato di sezione significativa (minimo 1mmq) in modo da contenere la caduta di tensione tra la cassetta di giunzione e l’indicatore di peso.

Tutti questi accorgimenti non devono essere considerati con le celle di carico a 6 fili.

I fili di Sense (reference) sono collegati ai terminali di sense dell’indicatore di peso, di modo che questo possa misurare e regolare l’amplificatore sulla tensione effettiva che arriva alle celle di carico. Le celle di carico a 6 fili sono quindi da preferire rispetto a quelle a 4 fili, anche perché sulle  prime non esistono limitazioni nel caso l’installatore voglia accorciare i cavi.